URL » http://idr.seieditrice.com/materiali-didattici/primaria/classe-prima-maggio-giugno/

Classe prima – Maggio/Giugno

I cristiani: gli amici di Gesù
di Miriam Maffiodo
 
Periodo: Giugno - Maggio
temp-thumb

 IX unità di apprendimento:  "I cristiani: gli amici di Gesù"

 OBIETTIVI SPECIFICI DI APPRENDIMENTO

Conoscenze

* La Chiesa, comunità dei cristiani aperta a tutti i popoli.  

 Abilità 

Riconoscere la Chiesa come famiglia di Dio che fa memoria di Gesù e del suo messaggio.

 

OBIETTIVI FORMATIVI

• Scoprire che i cristiani sono la comunità di persone riunite nel nome di Gesù 
Comprendere che la famiglia dei cristiani si ritrova in una "casa speciale": la chiesa
Individuare i luoghi di incontro per i credenti di altre religioni

 Suggerimenti operativi  

• Riflettere sui luoghi di vita di ogni giorno: la famiglia, la scuola, il gruppo sportivo. Far comprendere ai bambini che sono “insiemi di persone”, cioè comunità, riunite per un determinato scopo. Disegnare sul quaderno degli insiemi con le persone che fanno parte delle varie comunità.
• 
Le comunità in cui si vive la quotidianità hanno un luogo di ritrovo; con una discussione collettiva scoprire in quali luoghi trascorriamo il nostro tempo, sottolineare somiglianze e differenze. A lato degli insiemi costruiti in precedenza aggiungere il disegno del luogo di ritrovo specifico.
• Far comprendere ai bambini come anche le persone che credono in Gesù, fanno parte di una comunità: i cristiani. Il luogo di ritrovo degli amici di Gesù è la chiesa, una casa speciale fra le altre casa di una città o di un paese. Chiedere agli alunni se sanno dove si trova la chiesa vicina alla scuola o alla loro casa. In una discussione collettiva scoprire se sono già entrati in una chiesa e sottolineare gli elementi che si possono trovare al suo interno.
• 
 
Ricercare attraverso internet l’immagine di una chiesa con gli elementi essenziali e darne una fotocopia a ogni bambino, da colorare e incollare sul quaderno.
•  Scoprire che le religioni del mondo hanno luoghi diversi in cui le persone si riuniscono per pregare Dio. Procurare immagini di una sinagoga e di una moschea per notare alcune differenze con la chiesa (naturalmente soffermarsi su elementi semplici da cogliere anche per bambini così piccoli). Se in classe ci sono bambini di altre religioni chiedere a loro di dare informazioni ai compagni e individuare su un planisfero il luogo del mondo di cui sono originari e di cui parlano.

 

Raccordi con altre discipline

Italiano, informatica, ed. alla convivenza, ed. all’immagine.

 

Riferimento al tema “Per i diritti di tutti”

“Convenzione sui diritti dell’infanzia”: Art. 14: ogni bambino ha diritto di seguire la propria religione.