URL » http://idr.seieditrice.com/materiali-didattici/primaria/secondo-biennio-settembre/

Secondo biennio – Settembre

A scuola... di amicizia
di Miriam Maffiodo
 
Periodo: Settembre
temp-thumb

Indice

Settembre

 I unità di apprendimento: “A scuola… di amicizia

 OBIETTIVI SPECIFICI DI APPRENDIMENTO

Conoscenze

 Abilità 

* Gesù, il Signore, che rivela il Regno di Dio con parole e azioni.
Cogliere nella vita e negli insegnamenti di Gesù proposte di scelte responsabili per un personale progetto di vita.

 

OBIETTIVI FORMATIVI

• Riconoscere che il valore dell’amicizia è presente in tutte le culture
• Conoscere il comandamento dell’amore, attraverso la vita di Gesù

 

 Suggerimenti operativi  

Costruire un cartellone, da appendere alla porta dell’aula, con scritto “Evviva la classe… 4a o 5a”, dividere il numero della classe in tanti pezzettini quanti sono gli alunni e far scrivere all’interno il nome di ciascuno. Fare la stessa attività sulla prima pagina del quaderno di ogni alunno. Riflettere sul fatto che anche Gesù ha avuto degli amici, insieme cercare di individuarne alcuni: gli apostoli, Marta, Maria, Lazzaro… L’insegnante propone i riferimenti evangelici in cui Gesù dimostra la sua amicizia. Dividersi in gruppi e illustrare gli episodi. Alla fine raccogliere tutti i disegni (aggiungere una breve didascalia scritta al computer) e rilegarli per formare un libro da lasciare nella biblioteca di classe.

 

Raccordi con altre discipline

Italiano, ed. alla convivenza, ed. all’immagine, informatica

 

Riferimento al tema “Per i diritti di tutti”

“Convenzione sui diritti dell’infanzia” Art. 3 L’articolo ricorda che gli adulti devono sempre pensare a ciò che è meglio per i bambini e hanno il dovere di prendere decisioni per il loro bene. Si può riassumere questo articolo con la frase “ogni bambino ha il diritto di essere amato”. Art. 6 Tutti i bambini hanno il diritto di vivere.

A settembre, l’insegnante si procurerà un cartellone su cui scriverà il titolo “Per i diritti di tutti” o “I diritti dei bambini”… da lasciare appeso nell’aula tutto l’anno. Ogni volta che in classe verrà presentato un nuovo diritto si incollerà sul cartellone una frase o una parola che lo riassuma (scritta durante il laboratorio di informatica o a turno da un gruppetto di bambini…); si potrebbe abbellire con decorazioni o disegni che illustrino i diversi diritti scoperti.