URL » http://idr.seieditrice.com/multimedia/percorsi-nel-cinema/vi-presento-joe-black/

Vi presento Joe Black

Mancano pochi giorni al compleanno di Bill Parrish, magnate dei mezzi di comunicazione di massa. Le figlie Susan e Allison gli stanno preparando una grande festa.
di Stefano Cagol |
 
Parole Chiave:
temp-thumb
temp-thumb
temp-thumb
temp-thumb
temp-thumb
temp-thumb
temp-thumb
temp-thumb
temp-thumb

Indice

Scheda Tecnica
Genere:  Commedia
Regia:   Martin Brest
Interpreti:   Brad Pitt (Joe Black/giovane uomo al caffè), Anthony Hopkins (Bill Parrish), Claire Forlani (Susan Parrish), Jake Weber (Drew), Marcia Gay Harden (Allison Parrish), Jeffrey Tambor (Quince), David S.Howard (Eddie Sloane), Lois Kelly-Miller (donna giamaicana), Richard Clarke (Butler), MaryLouise Burke (Lilian), Diane Kagan (Jennifer), June Squibb (Helen)
Nazionalità:  Stati Uniti
Anno di uscita: 1999
Soggetto e Sceneggiatura: Ron Osborn & Jeff Reno e Kevin Wade e Bo Goldman
Fotografia:  Emmanuel Lubezki
Montaggio: Joe Hutshing, Michael Tronick
Musiche: Thomas Newman
Durata:  180′
Distribuzione:  Columbia Tristar Home Entertainment

Torna su

Soggetto
Mancano pochi giorni al compleanno di Bill Parrish, magnate dei mezzi di comunicazione di massa. Le figlie Susan e Allison gli stanno preparando una grande festa. Bill è in un momento cruciale della propria vita lavorativa: assieme a Drew – fidanzato di Susan – sta organizzando la fusione con una multinazionale della comunicazione.
Una sera, mentre Bill e i suoi familiari sono a tavola, compare un giovane sconosciuto, Joe Black. È la Morte che è venuta a prendere Bill; ma non subito, perché vuole prima sperimentare la vita umana. Susan riconosce in Joe un giovane che aveva conosciuto in un caffè e dal quale era rimasta affascinata: la Morte ne ha preso il corpo. Fra i due nasce un amore impossibile che Bill ostacola in tutti i modi. Nel frattempo gli affari stanno andando male: Drew è riuscito a estromettere Bill dalla carica di presidente.
Arriva infine il giorno del compleanno. Con l’aiuto di Joe e del genero Quince, Bill è riuscito a ritornare alla presidenza dell’azienda. La festa è molto bella: Bill, però, sa che è l’ultimo giorno e, dopo aver ballato con Susan, si allontana con Joe. Susan corre verso di loro. Dall’oscurità le viene incontro il ragazzo che aveva conosciuto al caffè: la Morte lo ha riportato in vita.

Torna su

Sintesi Critica
La commedia appartiene a quel filone del cinema americano che sembra rispondere a un bisogno collettivo di esorcizzare la morte, superandone in qualche modo i limiti. Qui lo fa cercando di “umanizzare” l’evento, personificandolo e inducendolo a mettersi nei panni dei mortali; portandolo, quindi, a sperimentare l’amore e a restituire qualcosa alla vita in cambio di ciò che sottrae: una sorta di riparazione parziale per le perdite che causa. La prospettiva filosofico-spirituale è quella new age, propria di una società secolarizzata che cerca strumenti alternativi alla metafisica e alla religione tradizionale, per compensare il dato irreparabile della morte.
Il film è ben confezionato ed interpretato, benché sia troppo lungo.

Torna su

Scheda Didattica
Utilizzazione:
il film è indicato per tutte le classi.

Perché questo film?
Vi presento Joe Black
tratta in modo originale e accattivante la tematica della morte, rovesciandone la prospettiva. Può essere utile per riflettere sulla brevità e sul senso della vita, sul carattere inaspettato della morte che arriva come un ladro nelle case altrui, sulle modalità in cui una società secolarizzata si confronta con essa e cerca di elaborare il lutto.

Nuclei tematici disciplinari:
1. la concezione della morte e dell’escatologia nelle attuali correnti religiose e spirituali
2. la passione di Gesù
3. la resurrezione di Gesù è per tutti motivo di speranza
4. il Regno dei cieli e il Regno delle tenebre, riferimenti scritturali ed iconografici

Nuclei tematici interdisciplinari:
1. l’esperienza del morire
2. il pensiero filosofico contemporaneo di fronte alla domanda di senso della vita
3. la morte come esperienza del limite
4. la morte e i comportamenti a rischio degli adolescenti
5. la visione dantesca e medievale dell’aldilà

Torna su

Attività Didattica
La sequenza proposta nel CD porta a riflettere su alcune domande esistenziali fondamentali:
1. che senso ha la vita?
2. c’è qualche cosa dopo la morte?

Questionario
1. Durante il film che sensazioni hai provato?
2. Perché la Morte riporta in vita il ragazzo di cui ha utilizzato il corpo?
3. Pensi mai alla tua morte? Come ti immagini il momento del trapasso?
4. “Riflettere sulla morte non è altro che riflettere sul senso della vita.” Che ne pensi di questa affermazione?
5. Nell’ultimo dialogo con Joe Black, Bill chiede informazioni sull’aldilà. Tu come te lo immagini?
6. Cita qualche esempio di autore della letteratura, dei fumetti, della musica, che abbia affrontato la tematica della morte.
7. Che cosa è la morte nel pensiero cristiano?
8. Qual è la visione cristiana dell’aldilà?
9. Trova riscontro nel Nuovo Testamento la tua affermazione? Se no, qual è la fonte?

Vi presento Joe Black - Sequenze video